Calcoli renali nei cani

Cosa sono e come si riconoscono i calcoli renali nei cani?

I calcoli renali, noti anche come litiasi, possono avere origine nel rene (nefrolitiasi) o nel tratto urinario (urolitiasi). I calcoli sono definiti come sedimenti che l’organismo non è stato in grado di eliminare e che si depositano nel corpo dei nostri cani e possono causare alcune difficoltà. 

Vuoi sapere come funziona Dogfy Diet? Non esitare a scriverci su WhatsApp.
Saremo felici di aiutarti a fare il cambio!

Esistono diversi tipi di calcoli che hanno diverse origini e prevedono diversi trattamenti.  

I calcoli renali nei cani possono essere causati da diversi fattori:

  • Elevata concentrazione di sali nelle urine
  • Presenza prolungata di un’infezione del tratto urinario
  • Alterazione del pH delle urine
  • Cattiva alimentazione
  • Disidratazione
  • Incapacità di urinare e necessità prolungata di farlo
  • Problema congenito
  • Impoverimento degli inibitori naturali dell’organismo contro la formazione di cristalli
  • Genetica

Come capire se il cane ha i calcoli renali?

Ecco i sintomi principali:

  • Ematuria (sangue nelle urine)
  • Poliuria (aumento della sete e della minzione)
  • Disuria (difficoltà a urinare)
  • Spruzzi di urina
  • Incontinenza urinaria
  • Mancanza di appetito e/o perdita di peso
  • Vomito
  • Stanchezza o mancanza di energia 
  • Disturbi addominali

Se osserviamo frequentemente uno di questi sintomi nel nostro cane, dobbiamo portarlo immediatamente dal veterinario. Il veterinario farà tutte le analisi e gli accertamenti attraverso un campione di urina. Per determinare e/o confermare la diagnosi clinica può essere eseguita anche un’ecografia addominale o una radiografia. I calcoli renali hanno solitamente l’aspetto di macchie bianche.

Che tipi di calcoli renali esistono?

I calcoli renali nei cani possono essere di varie dimensioni, localizzati in diverse parti del tratto urinario e avere composizioni diverse. Questi fattori influenzano il grado di danno all’organismo. 

Attualmente i più noti sono: 

Struvite: è il tipo di cristallo più comune. Questo tipo di cristallo può essere dissolto con un trattamento adeguato ed è solitamente causato da un eccesso di magnesio e da un pH elevato. 

Ossalato di calcio: causato da un basso pH e da un aumento della secrezione di calcio. Va tenuto presente che alcuni alimenti abbassano naturalmente il pH e in questo caso non sarebbero adatti.

Urati: sono particolarmente comuni nei Dalmata a causa della loro scarsa capacità di scomporre gli urati. Anche alti livelli di ammonio peggiorerebbero questo caso.

Cistina: questo tipo di cristallo è piuttosto insolito. Sono causati principalmente da un’aumentata quantità di cistina nelle urine e/o da un difetto congenito più frequente in alcune razze. 

Silice: si ritiene che possa essere correlata all’assunzione di silicati, acido silicico e silicato di magnesio nella dieta (glutine di mais, mallo di soia…).

Trattamento e alimentazione adatta ai calcoli renali 

Alcuni cani possono soffrire di calcoli renali ma essere asintomatici. Tuttavia, è necessario poter monitorare e controllare l’evoluzione delle pietre. E’ fondamentale consultare un veterinario di fiducia. A seconda del grado, può essere necessario un intervento chirurgico.

Un’alimentazione naturale, equilibrata e bilanciata, con ingredienti di qualità è la cosa migliore che possiamo offrire al sistema urinario per il suo corretto funzionamento.

Sarà inoltre molto importante fornire un’adeguata attività fisica, le esigenze di base per la minzione e la defecazione, l’igiene e le cure di base.  A seconda di ogni individuo e senza mai generalizzare, si possono aggiungere all’alimentazione integratori naturali e funzionali, sempre accompagnati dal trattamento e dalle indicazioni del veterinario.

Per qualsiasi domanda sulla formazione di calcoli renali, il team di nutrizionisti Dogfy Diet è a tua disposizione.

Ti piace quello che facciamo a Dogfy Diet?
L’esperienza ci dice che è meglio vedere con i propri occhi.

Sara Ruíz Torres

Deja un comentario